Il trapasso. Tra il mistico ed il satirico

Il trapasso. Tra il mistico ed il satirico

di Gaetano Rossi

Il libro, scritto in un maccheronico dialetto napoletano con la relativa traduzione in italiano, proprio allo scopo di essere accessibile a tutti, non è altro che una "parodia" alla morte, alla fine di questa nostra esistenza, di questa nostra vita terrena, alla quale, purtroppo, come sappiamo, nessuno, volente o dolente, può sfuggire. Quindi, se durante la nostra esistenza terrena abbiamo trascorso una vita ottimistica, gioiosa, grintosa, baldanzosa, briosa, solare, ecc., perché all'atto di questo Trapasso siamo appunto, mesti, funerei, lugubri e bui? Se questo stato di tristezza servisse a sfuggire a questa morte, allora ben venga ma, poiché non è possibile, perché non affrontare tale fine con filosofia o, appunto, con parodia? Quindi leggetelo e sganasciatevi dalle risate. La cosa più bella poi è la "rappresentazione teatrale".

di Giuseppe CARACI - Fabrizio CORTESI - Mario SALFI - Ettore ROSSI - Luigi CHATRIAN - Carlo DE ANGELIS - Anna Maria RATTI - Antonino PAGLIARO - Ernst KUHNEL - * - F. di Giuseppe CARACI - Fabrizio CORTESI - Mario SALFI - Ettore ROSSI - Luigi CHATRIAN - Carlo DE ANGELIS - Anna Maria RATTI - Antonino PAGLIARO - Ernst KUHNEL - * - F. di Giuseppe CARACI - Fabrizio CORTESI - Mario SALFI - Ettore ROSSI - Luigi CHATRIAN - Carlo DE ANGELIS - Anna Maria RATTI - Antonino PAGLIARO - Ernst KUHNEL - * - F. di Giuseppe CARACI - Fabrizio CORTESI - Mario SALFI - Ettore ROSSI - Luigi CHATRIAN - Carlo DE ANGELIS - Anna Maria RATTI - Antonino PAGLIARO - Ernst KUHNEL - * - F.